Nella foto un dettaglio de la Notte, una scultura di Michelangelo Buonarroti, facente parte della decorazione della Sagrestia Nuova in San Lorenzo a Firenze.
In particolare è una delle quattro allegorie delle “Parti della Giornata” (il Giorno e la Notte, il Crepuscolo e l’Aurora) che nelle Cappelle Medicee adornano le tombe di Giuliano e Lorenzo de’Medici.

È dolce il volto della notte
quanto il profumo che sparge 
nel silenzio di un’assenza.
È dolce il volto della notte
che prepara il nuovo giorno
in attesa che s’illumini levante.

A proposito dell'Autore

Michele Vespasiano

Lascia un commento

due × cinque =