Sfida il vento la rosa
e i giorni che inesorabili
passano lesti.
Solo del cielo si fida
e del magico azzurro
che di quiete l’ammanta.
Null’altro la rassicura
nemmeno il rosso tepore
del tramonto d’autunno.
O il chiarore dell’alba
che semina gocce
di preziosa rugiada.
È sola la rosa d’autunno
mentre duella con Eolo
e alcun fiore le fa compagnia.

A proposito dell'Autore

Michele Vespasiano

Lascia un commento

otto + venti =